Minimo d'esistenza non pignorabile

Ex art. 93 LEF, ogni provento del lavoro, gli usufrutti e il loro prodotto, le rendite vitalizie e gli alimenti, le pensioni e le prestazioni di qualsiasi tipo destinate a risarcire una perdita di guadagno o una pretesa derivante dal diritto al mantenimento, segnatamente le rendite e le indennità in ca­pitale che non sono impignorabili giusta l’articolo 92, possono essere pignorati in quanto, a giudizio dell’ufficiale, non siano assolutamente necessari al sostentamento del debitore e della sua famiglia.

La LEF prevede, altresì, all'articolo 92 quali beni del debitore siano impignorabili.

Le spese di sostentamento, abbigliamento, salute, elettricità etc. sono in linea di principio riconosciute come assolutamente necessarie e impignorabili giusta l’art. 93 LEF. Esse sono comprese nel seguente importo base mensile:

    1 Per il debitore che vive da solo   CHF 1'200.00
    2 Per il debitore monoparentale con obblighi di mantenimento   CHF 1'350.00
    3 Per coniugi o per una coppia con figli   CHF 1'700.00
    4 Mantenimento dei figli      
      per ogni figlio fino a 10 anni   CHF 400.00
      per ogni figlio oltre 10 anni   CHF 600.00

 

Se il debitore è domiciliato o dimora all’estero e il costo della vita nel paese di domicilio o dimora è più basso rispetto a quello in Svizzera, l’importo di base mensile (cifre da 1 a 4)  sarà ridotto proporzionalmente.

Oltre alla base minima mensile sopra specificata, per il calcolo del minimo esistenziale, si dovranno computare altri costi eventualmente sostenuti dal debitore (ad esempio il canone di locazione, le rate del mutuo per la casa, le spese di trasferta per raggiungere il posto di lavoro etc.).

Di seguito esempio di calcolo del minimo esistenziale:

 

Tutti i diritti riservati - S.L.C. Recupero Crediti - Studio legale Ceruti - Realizzazione siti internet www.christophermiani.it